French (Fr)Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)

Una piccola descrizione dei paesi nei dintorni di Monticelli d'Ongina :

*Caorso*

Caorso affonda le proprie origini nella preistoria come testimoniano numerosi reperti archeologici del periodo neolitico. Al medioevo e precisamente al XIII secolo risalgono le prime testimonianze scritte riferibili alla cittadina, nelle quali si parla della famosa rocca edificata nel 1205 che ancora oggi domina ed impreziosisce il centro storico del paese.  Un altro importante edificio medievale, oggi ristrutturato in stile neogotico, è la Collegiata che conserva nelle sue stanze importanti testimonianze di pittura murale quattrocentesca. Allontanandosi dal centro abitato si incontra l'Oasi Naturalistica del Pinedo, meta privilegiata di nidificazione di numerosi uccelli acquatici.

 

*Castelvetro Piacentino*

Il borgo di Castelvetro Piacentino fu probabilmente fondato dai romani col nome di /Castrum Vetus/, toponimo che testimonia un'antica fortificazione della quale oggi purtroppo non resta traccia. Croce santo Spirito, Mezzano Chitantolo, San Pietro in Corte e San Giuliano sono i quattro grandi ed antichi quartieri che compongono l'odierna cittadina. La chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista appare oggi in forme settecentesche, ma fu probabilmente eretta su una precedente costruzione medievale risalente al X secolo e menzionata in alcuni documenti. All'interno è possibile ammirare un dipinto raffigurante l'Assunta  realizzato dal famoso pittore cremonese Vincenzo Campi. Un altro edificio degno di nota è il Palazzo Municipale, riedificato in stile neogotico da Arnaldo Meazza. 


*Cortemaggiore*

Cortemaggiore è un piccolo e splendido borgo rinascimentale della Bassa Piacentina. Fu fondato nel 1479 da Gian Ludovico Pallavicino e ancora oggi conserva intatta nel suo centro storico la struttura urbanistica rinascimentale. Nel XV secolo fu fiorente capitale dell'antico Stato Pallavicino, una delle Signorie più grandi e ricche di quel tempo. Dotato di un patrimonio artistico non indifferente, si possono visitare la Cattedrale di S. Maria delle Grazie, che ospita un importante affresco raffigurante un Cristo Risorto databile al 1523, la Chiesa dell'Annunziata (detta dei Frati)e il Convento. Nella chiesa sono presenti affreschi raffiguranti la Resurrezione, l'Ascensione e la Trasfigurazione, nonchè la Cappella della Concezione ed una Deposizione su tela , in passato stendardo processionale, eseguite da Giovanni Antonio de Sacchis detto il Pordenone. Si può infine ammirare una bellissima copia su tavola di un dipinto di Annibale Carracci, raffigurante S.Anna fra i Dottori. Contemporaneamente alla chiesa fu eretto l'attiguo convento, composto da una struttura a due piani organizzata intorno ad un imponente chiostro rinascimentale, il più ampio in ambito provinciale. Di straordinaria suggestione il refettorio compleatmente affrescato ed impreziosito da scranni e pavimentazione originali cinquecenteschi. 

 

*San Pietro in Cerro*
San Pietro in Cerro è un piccolo paese vicino alle sponde dell'Arda. Il particolare toponimo "in Cerro" sembra riferirsi ad un'alta quercia presso la quale fu innalzata nel 969 l'antica chiesa medievale; l'attuale chiesa fu edificata nel 1552 . In paese è presente anche un Castello fondato nel 1460 dal giureconsulto ed ambasciatore presso la corte papale Bartolomeo Barattieri, i cui discendenti ne mantennero la proprietà sino al 1993. La struttura racchiude trenta sale riccamente arredate, due saloni d'onore, le cucine e le prigioni.

 

*Villanova sull'Arda*
Villanova sull'Arda è un paese conosciuto per la produzione di ciliegie e per la caratteristica "Festa delle Ciliegie", organizzata dalla Pro Loco durante la seconda settimana di giugno. La frazione S.Agata è caratterizzata dalla presenza di Villa Verdi, proprietà che Giuseppe Verdi acquistò nel 1848 e che abitò a partire dal 1851. Nel comune è presente anche un'area naturalistica, il Parco Fluviale di Isola Giarola. Bacino artificiale ubicato nel tratto golenale del Fiume Po in Comune di Villanova sull'Arda, ha raggiunto la conformazione attuale nell'aprile del 1995 quando terminò l'attività estrattiva e furono completate le opere di rinaturazione. Oggi grazie agli interventi di ripristino ambientale, alla naturale ricolonizzazione dell'ambiente naturale di flora e fauna e a ricerche scientifiche mirate alla conservazione e alla gestione dell'ambiente lacustre, il bacino ha recuperato la totale naturalità. 


S.Pietro in Cerro
Castello

S.Pietro in Cerro
Castello

Cortemaggiore
Teatro

Cortemaggiore
S.Giovanni

S.Pietro in Cerro
Paesaggio

Caorso
il fiume

Cortemaggiore
Chiesa dell'Assunzione

S.Agata di Villanova
Villa Verdi

Cortemaggiore
S.Giovanni "retro"

S.Pietro in Cerro
il Castello

Caorso
la Rocca

Tramonto sul Po


Il Grande Fiume
paesaggio

Il Grande Fiume
paesaggio

Caorso
Tramonto

Villanova sull'Arda
paesaggio